.
Rassegna stampa sulle attività
della Fondazione Remo Rossi

.

 .


.
NB appaiono in questo colore:
testi provvisori e links ancora inattivi!

.

. Site Meter

 

.

.

.

.

 

.

.

.

 




xxx, dd mmm yyy

titolo

 


page top Press

content

 

{...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF



Giornale del Popolo, 25.02.2017 (D. Ambrosioni)

Rossi, la riscoperta parte dagli appunti di viaggio. I disegni dello scultore in mostra nella sua casa di Locarno.

 


page top Press

Per cogliere del tutto la dimensione d'artista di Remo Rossi, superando polemiche e giudizi affrettati, l'omonima Fondazione ospita fino al 5 marzo un'esposizione dei suoi disegni. Preziosi studi sull'arte classica, fulcro della sua ricerca artistica.

 

È una mostra che ha i toni della discrezione e della riservatezza. Dell'attenzione e dello studio, all'interno di quel filone di ricerca che per Remo Rossi (Locarno 1909-Berna 1982) può dirsi avviato ma ancora agli inizi. Adesso che si stemperano le polemiche e i giudizi affrettati tra fans e detrattori, dopo la mostra del 2012 a Casa Rusca, antologica ma non conclusiva, nel bel mezzo delle indagini sui vari repertori delle sue opere distribuite un po' ovunque tra pubblico e privato in Ticino ma non solo, è il momento di analizzare con metodo la sua opera.

 

Passo dopo passo, sia sul piano cronologico che dei generi. Il perno è naturalmente la Fondazione a lui dedicata, che occupa la sua casa in via Rusca 8 a Locarno, incastonata nei giardini del Castello Visconteo. Qui rimangono i suoi libri, il prezioso archivio, diverse ....

 {...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF



Popolo e Libertà, 24.02.2017

L'anima di Remo Rossi nella sua casa di Locarno. Ghiotto appuntamento, oggi, con la conferenza nell'abitazione.

 


page top Press

content

 

{...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF



Corriere del Ticino, 30.01.2017 (A. Orsi)

Tra gli appunti di viaggio dello scultore Remo Rossi. In mostra a Locarno gli schizzi che l'artista realizzò durante i suoi soggiorni di studio all'estero.

 


page top Press

Lo scultore Remo Rossi (Locarno 27 settembre: 1909 - Bema 30 dicembre 1982) è indubbiamente uno degli artisti contemporanei più apprezzati e amati dai locarnesi, lo testimoniano la popolarità del suo nome ancora oggi a 35 anni dalla sua mone e le diverse sue sculture che sì possono vedere in vari luoghi di Locarno: dal San Carlo a cavallo ai Leoni, al Toro, alla Bagnante e alle diverse opere funerarie nel cimitero di Locarno ma anche del Ticino tutto.

Creazioni di fattura classica e d'aspetto naturalistico che dicono creatività, abilità professionale e forza espressiva.

Del rinomato scultore è in corso, fino al 5 marzo, In viaggio. Remo Rossi. Appunti di uno scultore. ....

 {...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF



La Rivista Locarno e Valli, N. 11, Novembre 2016, pp 36-37

Remo Rossi. Casa d'artista. Inaugurata la sede dell'omonima fondazione cvon una m stra sui quaderni di viaggio dell'artista locarnese.

 


page top Press

La sede della Fondazione Remo Rossi, riattata nel corso del 2012-2013, è stata ufficialmente inaugurata lo scorso 1. ottobre. Include una sala di ricezione e riunione, uno spazio biblioteca/archivio e una sala espositiva. La parte rimanente della proprietà, ubicata in via Rusca 8, è stata affittata all'Ente regionale per lo sviluppo del Locarnese e Vallemaggia e al progetto Parco del Locarnese. La mostra ideata per l'occasione e intitolata In Viaggio. Remo Rossi. Appunti di uno scultore rimarrà aperta al pubblico sino al 5 marzo 2017.

La Fondazione Remo Rossi ha sede nella casa dello scultore locarnese Remo Rossi (1909-1982) e ha per scopo quello di promuovere e salvaguardare l'opera e la memoria del grande artista locarnese, attraverso il riordino e lo studio delle opere d'arte e dei documenti cartacei e fotografici legati alla sua figura.

L'apertura al pubblico della casa dell'artista permetterà l'accesso all'archivio cartaceo e fotografico ....

 {...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF



La Regione, 01.10.2016 (C. Lo Russo)

A Casa di Remo Rossi. Apre oggi a Locarno con una prima mostra la sede della Fondazione dedicata all'artista.

 


page top Press

Pensare allo scultore scoprendo il disegnatore. È un Remo Rossi inedito, "in viaggio" nella sua abitazione, quello che si può riscoprire. In un bel luogo.

Quando si varca la soglia di una casa della vecchia Locarno accade di venire investiti dalla sorpresa di scorci insospettati. Sono giardini rigogliosi di verde e di fiori, incastonati tra mura che parlano di un altro tempo e che fanno apparire subito più lontani, attutiti i rumori della città. Qualcosa di simile ti accoglie quando, lasciatosi alle spalle il cantiere del Palacinema, si entra nella casa di remo Rossi un via Rusca, all'ombra delle mura del Castello dove non è difficile immaginare i tempi in cui si potevano incontrare Jean Arp, Hans Richter, Italo Valenti e tanti amici e i giovani che alla scuola di Remo Rossi si sono formati come Pedro Pedrazzini, Qui ha sede la fondazione dedicata all'artista...

 {...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF



RSI Rete 2, "Geronimo Arte" 13 settembre 2012

Remo Rossi, La scultura, le idee, l'impegno:

 


page top Press

Intervista di Giovanna Riva a Diana Rizzi Bettoni

 "Rivalutare la figura e l'opera di Remo Rossi a trent'anni dalla scomparsa non è un semplice atto di riconoscenza (…) : diventa un atto che ci consente di intraprendere un'introspezione nella nostra storia dell'arte, quella di un luogo che per magia si è trovato essere un crocevia di espressioni artistiche d'avanguardia". Così il Alain Scherrer, Capo Dicastero Cultura della Città di Locarno, nell'introduzione al catalogo che accompagna la mostra che ripercorre l'intero itinerario creativo dello scultore Remo Rossi, sottolineando l'importante ruolo di rilevanza internazionale che l'artista ebbe come promotore di un'intensa attività culturale nel locarnese, anche in virtù del fatto che per un decennio fu Presidente della Commissione Federale delle Belle Arti (1969 - 1979).

Dai primi anni Trenta fino al 1980, il percorso della scultura di Rossi viene presentato attraverso i grandi temi che egli affrontò in oltre cinquant'anni di carriera: l'arte sacra e funeraria, il mondo del circo e degli animali, le attività dell'uomo, la ritrattistica e la produzione di monete e medaglie.

In questa puntata di Geronimo ci accompagna alla riscoperta del mondo dello scultore Diana Rizzi Bettoni, presidente della Fondazione Remo Rossi e curatrice della mostra insieme a Riccardo Carazzetti.

cliccare qui per ascoltare la trasmissione sul sito WEB della RSI

...........

page top Press

 


La Regione, 07 luglio 2012

Remo Rossi: sculture in movimento

 


page top Press

Inaugurata alla Pinacoteca Casa Rusca la mostra antologica dedicata all'artista locarnese scomparso trent'anni fa. Esposto l'ampio percorso artistico dello scultore attraverso una visione completa sull'evoluzione della sua opera.

Un percorso artistico caratterizzato da pluralità nello stile, nella ricerca della forma e dei materiali. È quanto offre la mostra antologica dedicata all'artista locarnese Remo Rossi in occasione dei trent'anni della sa scomparsda che si è inaugurata ieri sera alla Pinacoteca Casa Rusca di Locarno.

L'esposizione, organizzata in collaborazione con la Fondazione Remo Rossi, si inserisce nel contesto inauguratzo nel 2010 Pittura e scultgura bnel Locarnese e presenta attraverso una ricca scelta di opere che vanno dai primi anni 30 al 1980 l'evoluzione artistica dello scultore ticinese, che durante la sua carriera è riuscito ad affermarsi sulla scena nazionale.

{...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

 


Giornale del Popolo, 07 luglio 2012

Un'avventura all'interno della Scultura Locarnese

 


page top Press

Si intitola Remo Rossi Antologica. La mostra presenterà diversi modelli, progetti ed opere dello scomparso scultore, in un viaggio alla scoperta del suo lavoro.

Chi abita a Bellinzona conoscerà sicuramente la celebre Piazza del Governocon al centro la Fontana della Foca, mentre è impossibile per chi abita a Locarno non avere ben presente la statua del Toro che troneggia nei Giardini Rusca o la Bagnante della fontana dei giardini Pioda.

Questi sono solo tre dei modelli originali esposti con cui la Fondazione Remo Rossi - nata nel 2009 in occasione dei 100 anni dalla nascita dell'artista - e Casa Rusca hanno deciso di onorare lo scultore locarnese a 30 anni dalla sua scomparsa.

{...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

 


Corriere del Ticino, 07 luglio 2012

A Casa Rusca viaggio nell'arte di Remo Rossi

 


page top Press

La pinacoteca comunale Csa Rusca di Locarno ospita la mostra antologica dedicata all'arte dello scultore Remo Rossi, che sarà aperta al pubblico fino al 30 dicembre, data in cui ricorre il trentesimo anniversario della sua morte.

L'esposizione, curata da Diana Rizzi e Riccardo Carazzetti, si inserisce nel contesto inaugurato nel 2010 con la Mostra Pittura e scultura nel Locarnese ed è organizzata in collaborazione con la Fondazione remo Rossi.

{...}

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

.


La Regione, 11 giugno 2012

Remo Rossi: ecco la guida alla sua opera

 


page top Press

Sabato 16 giugno (*) verrà inaugurata la mostra antologica di Remo Rossi, abvvenimento artistico di primo piano nella stagione espositiva locarnese. A preludio dell'importante evento, del quale si parla e si scrive da tempo,

Nell'ambito dell'assemblea annuale degli Amici di Casa Rusca, nell'aula magna del Dipartimento Formazione e apprendimento, martedì scorso è stata presentata la Guida storico-artistica della Svizzera dedicata a Remo Rossi, di Diana Rizzi, edita dalla Società di storia dell'arte in Svizzera.

"Elemento di spicco della scena artistica locarnese, Remo Rossi non ü stato unicamente scultore, ma per molti anni stimato operatore culturale a livello nazionale, e creatore della pregiata collezione d'arte della Città di Locarno". Così tra gli altri lo ha definito Diego Scacchi, presidente degli Amici di Casa Rusca.

{...}

(*) Nota: in effetti la data di inaugurazione è stata spostata al 6 luglio

cliccare qui per vedere l'intero articolo

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

.


Giornale del Popolo, 5 giugno 2012

Una guida sull'artista Remo Rossi

 


page top Press

L'aula magna della SUPSI- Dipartimento della Formazione e apprendimento, in Piazza San Francesco a Locarno, ospita oggi, martedì 5, alle 1815, la presentazioone della guida storico-artistica della Svizzera dedicata a Remo Rossi, di Diana Rizzi, edita dalla Società di Storia dell'arte in Svizzera SSAS.

La Guida, pensata per un ampio pubblico e quindi non riservata alla stretta cerchia degli "addetti ai lavori", si caratterizza per il linguaggio semplice ed immediato adottato dall'autrice Diana Rizzi, ed ü corredata da numerose immagini del fotografo Roberto pellegrini, informazioni pratiche e piantine.

Il testo è disponibile anche in tedesco, grazie alla traduzione di Barbara Sauser.

Assieme al catalogo della mostra antologica, che sarà inaugurata il 16 giugno (*) a Casa Rusca ....

{...}

(*) Nota: in effetti la data di inaugurazione è stata spostata al 6 luglio

cliccare qui per visualizzare l'intero articolo

page top Press

PDF


Corriere del Ticino, 23 gennaio 2012

"A caccia delle opere di Remo Rossi"

 


page top Press

Articlo di Barbara Gianetti-Lorenzetti

...Facciamo un quiz: indovinate chi ü l'autrore della Fioca di Piazza Governo di Bellinzona. Non lo sapete? Eccovi un aiuto: chi ha scolpüito il famoso pinnipede ha pure creato il Pardo, celeberrimo riconoscimento destinato ai vincitori del festival del Film di Locarno.

Fuochino? Che ne dite allora dell'effige di San Nicola situata nell'omonima Chiesa di Besso? O ancora della Bagnante e del Toro che ornano i due principali giardini pubblici locarnesi?

Chi poi vive sulle sponde del Verbano da decenni può aggiungere i leoni di pietra che decoravano la facciata della vecchia Posta in Piazza Grande.

{...}

lL sue opere sono quotidianamente sotto i nostri occhi, ma a ricordarsi di lui ü un pubblico relativamente ristretto. Artista prolifico ed eclettico, ora a trent'anni esatti dalla sua morte, la sua Cittä, Locarno appunto, e la Fondazione che porta il suo nome, hanno deciso di rendergli un dovuto omaggio.

{...}

cliccare qui per vedere l'articolo completo

 

.

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

scarica PDF


Giornale del Popolo, 19 dicembre 2009

Remo Rossi, il talento nelle mani

 


page top Press

Nel centenario della nascita dello scultore, abbiamo rivolto alcune domande alla presidente dell'omonima Fondazione, Diana Rizzi, per ricostruire il percorso dell'artista, il suo ruolo e gli scopi della Fondazione. Tenendo conto anche che, come ci ha detto la studiosa, sono poche le pubblicazioni su Rossi e per lo più incomplete.

Esiste una monografia curata da Luigi Carluccio del 1978 e una tesi di laurea della stessa Rizzi che risale al 2000: «per un'eventuale pubblicazione sarebbe necessario rivedere alcuni dettagli alla luce delle nuove fonti documentarie».

(...)

intervista di MANUELA CAMPONOVO

 

.

...

.

.

..

..

.

page top Press

PDF

Print


LaRivista (Locarnese), Novembre 2009

Nel segno di Remo Rossi

 


page top Press

Giornata di studio e doppia inaugurazione a 100 anni dalla nascita.

Il ricordo di due amici: Romano Broggini e Sergio Salvioni

La notizia della costituzione di una Fondazione Remo Rossi per volontà del figlio Giancarlo non mi ha sorpreso, dato che ne ero al corrente da almeno 10 anni, da quando un'allieva (Diana Bettoni) mi aveva chiesto di dirigere la sua tesi di laurea in storia dell'arte. Mi ero felicitato, poiché dopo il saggio di luigi Carluccio (Zurigo 1978) con ampia bibliografia, il volume di Piero Bianconi, edito dalla Banca dello stato del Cantone Ticino nel 1984 si riferiva quasi esclusivamente all'arte sacra.

(...)

 

.

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF (1.6 Mb!)


Giornale del popolo, 28.09.09

Locarno ha ricordato Remo Rossi

 


page top Press

ha avuto un duplice significato la giornata di studio per i 100 anni dalla nascita di remo Rossi (1909-1982), tenutasi presso l'Alta scuola pedagogica di Locarno: ripercorrere la vita e le opere dello scultore e presentare la neo-costituita Fondazione Remo Rossi, nata il 10 gennaio 2009 per volontà del figlio dell'artista, Giancarlo, prematuramente scomparso lo scorso anno.

(...)

.

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF


La Regione, 28.09.09

Remo Rossi, l'uomo dal forte temperamento

 


page top Press

Sabato si è tenuta a Locarno una giornata per ricordare l'artista a 100 anni dalla nascita

La giornata di studio per i 100 anni dalla nascita di Remo Rossi che si è tenuta sabato presso l'aula magna dell'Alta scuola pedagogica di Locarno, ha visto la partecipazione non solo di numerose persone interessate al mondo dell'arte, ma anche di amici e conoscenti dello scultore locarnese, che hanno voluto rendere omaggio con la loro presenza a un grande artista in occasione di questa importante ricorrenza.

Per l'occasione è stata presentata la neo-costituita Fondazione Remo Rossi, nata ufficialmente il 10 gennaio di quest'anno per volontà del figlio dell'artista.

(...)

.

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF


La Regione, 26.09.2009

I 100 anni di Remo Rossi

 


page top Press

Dopo l'inaugurazione di ieri pomeriggio nel Municipio di Locarno della scultura Concerto, la Fondazione Remo Rossi presenta da questa mattina alle ore 1000 nell'Aula magna dell'Alta scuola pedagogica di Locarno la giornata di studio per i 100 anni dalla nascita di Remo Rossi.

(...)

.

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF


Giornale del Popolo, Corriere del Ticino,
LaRegione, 25 settembre 2009

Donazione moneta Laupen e commemorazione

 


page top Press

Giornale del popolo 25.09.09
presenta la giornata di commemorazione e la donazione dell'originale di gesso della moneta commemorativa della battaglia di Laupen

Corriere del Ticino 25.09
La Regione, 25.09
Presentano ambedue dei trafiletti che riassumono la donazione della medaglia e l'imminente giornata di commemorazione

.

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDFGdP

PDFCdt&Regione


La Regione, settembre 2009

Donati alla Fondazione Remo Rossi due pregevoli busti in terracotta

 


page top Press

Angelo Lazzari di Locarno ha donato negli scorsi giorni alla Fondazione Remo Rossi due pregevoli busti che vennero realizzati dall'illustre scultore locarnese Remo Rossi tra la fine degli anni Trenta e gli inizi degli anni Quaranta.

Si tratta dei ritratti del dottor Franchino Rusca senjor (1884-1941) e di suo figlio dottor Franchino Rusca junior (1918-2008), entrambi in terracotta.

Le opere vennero scolpite nello stesso periodo, pochi anni prima della morte del chirurgo primario dell'ospedale di Locarno (dal 1917 al 1941), il cui bronzo è custodito presso l'ospedale La Carità.

(...)

.

page top Press

PDF

Print


La Rivista: settembre 2009

Il 26 settembre a Locarno giornata di studio a 100 anni dalla nascita:
RemoRossi scultore: l'uomo, l'artigiano e l'artista

 


page top Press

Il 27 settembre di cento anni fa nasceva a Locarno lo scultore Remo Rossi.

L'anniversario sarà ufficialmente ricordato il prossimo 26 settembre nel corso di una giornata di studio sull'artista. Questo appuntamento si iscrive nell'ambito delle iniziative sin qui promosse per ricordare e favorire l'approccio degli amanti dell'arte e del grande pubblico alla figura e all'opera del noto artista locarnese.

A tale proposito ricordiamo la nascita della Fondazione Remo Rossi in gennaio e l'apertura, in maggio, del Museo Remo Rossi a complemento della mostra «L'energia del luogo. Alla ricerca del genius loci».

Come avvenne nel settembre del 2002, in occasione del 20° anniversario della scomparsa dell'artista, «laRivista« lo ricorda con un contributo di DianaRizzi, presidente dellaFondazione Remo Rossi.

(...)

.

...

.

.

..

...

.

.

.

page top Press

PDF

Print


Corriere del Ticino, 09.05.09

Rudy Chiappini: "Ingiustamente dimenticato"

 


page top Press

Esistono luoghi dove si avverte il peso di una presenza, dove ogni oggetto ha il sapore del vissuto, dove anche i silenzi parlano di una persona. Uno di questi è senz'altro l'atelier (il termine Museo non sarebbe piaciuto a lui per primo) di Remo Rossi a Locarno.

Da ieri, è aperto al pubblico. Ripulito dalla polvere e dalle ragnatele, ma non dai ricordi.

Non possiamo dimenticare il carattere forte e deciso dell'uomo, i suoi giudizi trancianti sui colleghi.
Non possiamo dimenticare l'artista che all'apice della popolarità costruisce gli atelier per ospitare e favorire l'inserimento di maestri come Arp, Bissier, Nicholson, Richter, dimostrando di non temere il confronto ma anche un'apertura mentale verso nuovi linguaggi a lui sostanzialmente estranei

(...)

 

..

..

...

.

.

.

page top Press

PDF

Print

 


Corriere del Ticino, 09.05.09

Remo Rossi ha il suo museo

 


page top Press

Inaugurato a Locarno, ospita un centinaio di opere.

Grazie alla generosità del figlio Giancarlo, scomparso circa un anno fa, si è costituita a Locarno la Fondazione Remo Rossi il cui scopo è quello di valorizzare la figura dello scultore e di gestire il suo cospicuo patrimonio artistico.

Un primo tangibile segno della rinnovata attenzione nei confronti dell'artista lo si è registrato ieri in occasione dell'apertura al pubblico del Museo remo Rossi.

Il nome non deve tuttavia trarre in inganno. (...)

.

..

...

.

.

.

page top Press

PDF

Print


Giornale del Popolo, 09.05.09

P. Mancini: Adesso Remo Rossi non ha più segreti

 


page top Press

L'atelier dell'autore del "Toro" diventa museo

"Vogliamo ricreare l'atmosfera degli anni '60. Quando qui lavorava gente come Jean Arp o Hans Richter" spiega Diana Rizzi, Presidente della fondazione che porta il nome dell'artista.

La sua opera più conosciuta è il toro che scalpita nei giardini di Largo Zorzi. Remo Rossi, locarnese, nato esattamente 100 anni fa e morto nel 1982, è uno di quegli artisti di cui troppo spesso ed immeritatamente non si ricorda il nome. Da ieri il suo atelier in via Nessi è aperto al pubblico. E di fatto è diventato un vero e proprio museo.

"Questo è un patrimonio che deve essere messo a disposizione dei ticinesi"- spiega Diana Rizzi, presidente della neonata Fondazione Remo Rossi.

(...)

 

.

...

.

.

..

...

.

.

page top Press

PDF

Print